Visita le sculture

  • Pubblicato in Pagine
  •  

visita le sculture

 

L'edizione si è conclusa, ma c'è ancora la possibilità di vedere alcune delle sculture monumentali in cartone, che hanno caratterizzato la mostra Outdoor!

Di seguito una mappa delle sculture visitabili:"Mother" di Laurence Vallières; "Hoodie" di Michael Stutz; "Pyramid of Peace" di Heike Schaefer; "Via dal recinto" di No Dump; "U.E.C. 9000" di Labadanzky; "Silent Shell, Chaotic Shell" di Eu Tazè; "Paperman" di James Lake e "Liminal Space" di Manuela Granziol.

 

mappa

Leggi tutto...

Call 2020

  • Pubblicato in Pagine
  •  

call-for-artists-min

COMING SOON 

Sei un artista o designer? Vuoi sapere come esporre le tue opere? Mostra la tua arte al mondo e partecipa al bando di Lucca Biennale.

Ad ogni edizione, Lucca Biennale apre un concorso internazionale per creare una rassegna di opere d'arte e design in carta.

Dopo l'annuncio del tema della X edizione, la Biennale presenterà tre bandi di concorso per le sezioni Outdoor, Indoor e Design.

Il bando prevede la selezione degli artisti più innovativi e affermati del mondo della Paper Art: gli artisti selezionati esporranno le proprie opere in una delle mostre di Lucca Biennale, allestite in luoghi di rilevanza storica e culturale, assistiti e guidati dai nostri curatori. Nel caso del bando Outdoor, è prevista anche una residenza d'artista: ospitiamo l'artista per la durata della realizzazione della sua opera (fino ad un mese) nel centro storico di Lucca, coprendo i costi di viaggio e alloggio, e fornendo tutti i materiali e l'assistenza tecnica necessaria per realizzare l'opera.

artisti-a-lavoro

Al momento della pubblicazione verrà fatta una comunicazione ufficiale sui canali ufficiali di Lucca Biennale.
Per restare aggiornati, vi invitiamo ad iscrivervi alla nostra newsletter, e a seguire i nostri canali social Facebook e Instagram.

Leggi tutto...

Edizione 2018

  • Pubblicato in Pagine
  •  

edizione 2018

 

La IX edizione di Lucca Biennale si è svolta dal 4 agosto al 27 settembre. Il tema di questa edizione è stata “Caos e Silenzio”: caos inteso come clima di eccesso di stimoli e sovra-informazione, ma anche come creatività; e silenzio inteso come pace e chiarezza in risposta allo sviluppo caotico, ma anche come isolamento e disconnessione.

È stata l'edizione più grande della Biennale, sia per la numerosa partecipazione di artisti e visitatori, che per la gamma di eventi, opere e progetti presentati. L'edizione del 2018 ha visto la presenza di 59 opere grazie a 47 artisti presenti alle mostre Indoor (Palazzo Ducale e Mercato del Carmine), 7 sculture monumentali in altrettante piazze in occasione della mostra Outdoor, e oltre 5 mila visitatori.

La sezione Design & Architettura ha visto la realizzazione di un progetto di tende in cartone ideate da Nicolas Bertoux, e nel campo dell'architettura la costruzione di una struttura in cartone visitabile e percorribile, progettata e realizzata dal dipartimento di architettura della Tongji University.

Nel corso della Biennale, è stato dato per la prima volta spazio alle Performance: Martina Zena ha presentato “Play Human”, e Gianfranco Gentile ha portato “No People Boat” alla Biennale, entrambi con protagonisti la carta.

Ad arricchire il programma vi sono stati anche i Network Days: un'occasione di conferenze ed eventi di networking, che nel corso di due giorni hanno portato incontro e scambio tra artisti e professionisti del settore. Per i più piccoli, Lucca Biennale ha ideato una ricca offerta di laboratori creativi: gli Educational Lab, ideati per guidare i bambini alla scoperta dell'arte in carta attraverso workshop ispirati alle opere esposte.

In occasione della IX edizione, per la prima volta Lucca Biennale ha avuto un paese ospite, diventando luogo di cooperazione internazionale e creando uno spazio dedicato alla Cina, luogo di nascita della carta, scelta per inaugurare un focus che ruota intorno alla produzione della Paper Art in un determinato paese e la realizzazione di un suo progetto specifico.

Clicca sulle icone sottostanti per una visione più approfondita di ciascuna sezione.

 

outdoor

OUTDOOR

indoor

INDOOR

architettura

ARCHITETTURA & DESIGN

performance

PERFORMANCE

talk

NETWORK DAYS

edulab

EDUCATIONAL LAB

Leggi tutto...

Il Festival

  • Pubblicato in Pagine
  •  

il più grande festival

Il più grande festival di arte in carta

Lucca Biennale è tra le più importanti manifestazioni dedicate alla carta in quanto strumento di arte, design, architettura e creatività, oltre ad essere antico materiale di produzione lucchese. Unico nel suo genere, caratteristica di ogni edizione è un tema di attualità alla quale le opere si attengono, per sottolineare lo stretto legame tra arte e società, che immerge lo spettatore in una riflessione guidato dalle tecniche più innovative dell'arte in carta. Lucca Biennale presenta mostre d’arte,  progetti,  eventi,  conferenze e  laboratori. Grazie ad un concorso aperto a livello internazionale, le figure più innovative e prominenti della Paper Art animano la Biennale, mostrando le proprie opere in occasione delle mostre Indoor (al chiuso), Outdoor (all’aperto), o nelle sezioni Design & Architettura e Performance.

Oltre alle mostre artistiche, Lucca Biennale è anche luogo di confronto e crescita, tramite le conferenze dei Network Days (conferenze ed eventi di networking, per creare incontro e scambio tra artisti e professionisti del settore) e i laboratori creativi Educational Lab (laboratori creativi ideati per guidare i bambini alla scoperta dell'arte in carta, attraverso workshop ispirati alle opere esposte). Lucca Biennale ad ogni edizione presenta un paese ospite, dandogli uno spazio e una piattaforma per dare risalto alla propria tradizione e innovazione nel campo artistico della carta.

Visita adesso

L'edizione si è conclusa, ma c'è ancora la possibilità di vedere alcune delle sculture monumentali in cartone, che hanno caratterizzato la mostra Outdoor. Scopri le mostre: 8 opere monumentali in cartone si nascondono sotto alle mura di Lucca. Clicca qui per scoprire la mappa e visitarle tutte!

OUTDOOR

Sculture monumentali in cartone, realizzate durante una residenza d'artista in seguito a un bando aperto a livello internazionale. Gli artisti Outdoor sono ospitati per un mese nella città di Lucca, con completa fornitura di materiale, attrezzatura e assistenza. Le opere monumentali vengono poi installate all'aperto in luoghi chiave del centro storico di Lucca. 

 

INDOOR

Le opere d'arte in carta più attuali del panorama della Paper Art, riunite in una o più mostre nel centro storico di Lucca. Le opere sono selezionate per la loro tecnica innovativa e l'attinenza al tema dell'edizione, scelte in seguito a un bando aperto a livello internazionale.

 

ARCHITETTURA & DESIGN

Le potenzialità della carta viene esplorata tramite progetti di architettura e design. I progetti realizzati sono scelti in seguito a un bando aperto a livello internazionale.

 

PERFORMANCE

Lucca Biennale diventa palcoscenico per performance contemporanee che coinvolgono la carta. I progetti realizzati sono scelti in seguito a un bando aperto a livello internazionale.

 

NETWORK

Occasione di conferenze ed eventi di networking, nel corso di più giorni. I Network Days portano incontro e scambio tra artisti e professionisti del settore.

 

EDU LAB

Per i più piccoli, Lucca Biennale ha ideato una ricca offerta di laboratori creativi: gli Educational Lab, ideati per guidare i bambini alla scoperta dell'arte in carta attraverso workshop ispirati alle opere esposte.


 

PAESE OSPITE

Ad ogni edizione, Lucca Biennale ospita un paese, rendendola luogo di cooperazione e valorizzazione culturale. Il paese ospite riceve uno spazio dedicato e la possibilità di realizzare un progetto specifico.

 

Leggi tutto...

Tema 2018

CARTASIA 2018 | IX EDIZIONE
BIENNALE INTERNAZIONALE DELLA CARTA

 

Luglio - Settembre 2018 | Lucca. Italia




 

TEMA: Caos & Silenzio

 Oggi, un eccesso di stimoli, notizie, nozioni positive o negative, pone gli esseri umani in uno stato di sovrainformazione paralizzante, in cui ogni input viene percepito come uguale agli altri: nella enorme quantità di sollecitazioni a cui siamo sottoposti, appare difficile comprendere le qualità di ogni stimolo. La lettura del mondo diviene confusa e indecifrabile. La ricerca del silenzio, della chiarezza, della pace, appaiono come necessità vitali all’uomo e alla società contemporanea, in risposta a questo sviluppo caotico.

 D’altra parte il silenzio può essere sinonimo di isolamento, disconnessione, indisponibilità al confronto. Ecco che il continuo movimento, lo sviluppo dinamico e costante, le relazioni tra singole menti, rendono il caos una grande possibilità creativa; segno di un corpo estremamente vivo, reattivo, multiforme, interconnesso, come è quello della società odierna. La Biennale Cartasia invita gli artisti a creare, attraverso il loro punto di vista.  

tema 5

 E' vero che spesso siamo assordati da un'onda di rumore televisivo, web, cartaceo, passaparola.  Questa onda si espande, esce dagli schermi ed entra nei colloqui, a cena, a pranzo, nelle ore più impensate. Diventa straordinariamente comune dissertare per ore di un omicidio, di un attentato, come di una partita di calcio, un premio oscar, emettendo, ripetendo, amplificando, concetti, idee, immagini. Si può vivere di questo, in una sistematica trasformazione del cervello a una spugna che assorbe niente e rende niente. Un niente che però ha un volume, una massa, che occupa spazi. E così, sommersi come siamo, nuotanti nelle parole, nei luoghi comuni, nei dogmi sociali, natanti del nulla, galleggiamo verso una deriva, sommersi dal troppo tutto. Talmente alto è il volume e grande la massa informativa che il rumore appiattisce ogni cosa, distinguere i confini e l'importanza delle cose appare - anche se si volesse compiere questo sforzo - sovrumano. Bisognerebbe andare alla ricerca delle fonti, informarsi. Ma anche questo non garantirebbe certezze. Persino le fonti potrebbero essere svianti, false, inadeguate.

 Quindi l'unica soluzione appare astenersi. Stufi, stanchi, avviliti dal troppo, si buttano i remi in barca, in cerca di pace, di silenzio. Prima o poi i tempi miglioreranno, il troppo tutto diminuirà, riapparirà un orizzonte definito, una prospettiva - qualcosa - a dettare la rotta. Eppure, a ben guardarsi dietro, il mare si è fatto torbido da parecchio tempo, e a voler gettare uno sguardo oltre, appaiono solo altre informazioni, altre tempeste, un futuro fatto in misura crescente di caos.

Eppure. Eppure il progresso c'è, pulsante, onnipresente. Il caos crea vita, senza regole, anarchica, difficilmente incasellabile, catalogabile, ma non si può negare che sia vita. Crediamo che il compito dell'artista sia di non morire mentalmente, cercare di fotografare questa contemporaneità; nel Troppo Tutto non ritirare i remi in barca cedendo all'inerzia, ma prendere un rischio, fare il granello del deserto controvento, fare questo sforzo. Urlare. Credere alle rivoluzioni, farle ovunque, alzare la testa.

 

Direttore generale |  Cartasia, Biennale della Carta

Emiliano Galigani

 

Leggi tutto...

Mostra Indoor 2016

  • Pubblicato in Pagine
  •  


Indoor

corretta indoor 16Palazzo Ducale 

Eventi nell'Evento 2016 | Mostra indoor "Confini e Prospettive"

Periodo: Dal 31 luglio al 04 settembre

A cura di: Emiliano Galigani e Giacomo Pecchia

La Mostra Indoor ha visto esposte opere di alcuni dei migliori artisti della paper art contemporanea. Circa 100 opere di manifattura e tecnica differente, realizzate in carta e cartone.

Sede dell'intera esposizione, è stata la storica struttura di Palazzo Ducale, uno dei monumenti più importanti della città di Lucca. Una mostra di artisti internazionali alla portata di tutti, universale nella bellezza e nel linguaggio. L'affascinante mondo della carta ha ancora tanto da darci e farci pensare.

 

  • Silvia Beltrami

    Nasce a Roma nel 1974: si è diplomata all'Accademia di Brera a Milano. Il suo lavoro è caratterizzato da una forte originalità nell'utilizzo di elementi e supporti come carta e legno. Collage di carte di diversa provenienza applicate su intonachino da strappo d'affresco.

     

  • Stefano Baroni

    Nasce a Viareggio. Il suo lavoro si allontana dal figurativo a favore di una rappresentazione simbolica della realtà attraverso il mezzo digitale. Ha esposto alla 54a Biennale di Venezia.

  • Gabriele Palandri

    Nato a Pistoia nel 1970. Con la penna a sfera, suo antico amore, cerca di definire una nuova strada, sempre figurativa, in modo da rappresentare nell'immagine un concetto più ampio e profondo.

  • Carta Couture

    Carta Couture è un progetto di arte visiva che combina arte, moda e artigianato, concepito e diretto dal fotografo JERRY LEE INGRAM. Le fotografie ritraggono la modella Isabella Vasen vestita con riproduzioni in carta di capi iconici della moda di stilisti come Valentino, Pierre Cardin o Dior dagli anni ’50 ai primi anni ’80. I capi originali sono stati ritratti da fotografi leggendari del calibro di Richard Avedon, Bert Stern e Giampaolo Barbieri che li hanno immortalati indosso a star del cinema e top model. Ingram è stato supportato dallo studio Blender che ha trovato il modo di restituire l’effetto del capo originale, usando diversi tipi di carta e di lavorazione, studiandone la modellistica insieme ad Allegra Montanelli. Per quanto riguarda la scelta dei capi e degli accessori, lo styling e l’organizzazione dello shooting, è delle stylist di Hylozoic*A. In occasione della mostra il celebre Designer di moda e artista Alessandro Gaggio, con il suo genio creativo contribuisce al progetto con la creazione di un abito origniale in carta velina.

  • Eszter Bornemisza

    Vive nella città di Bucarest, che serve come una fonte continua di ispirazione per i suoi lavori- La sua continua ricerca viaggia attraverso la storia della civilizzazione e la sperimentazione del mezzo artistico.

  • Vassilis Perros

    Nasce ad Atene nel 1981, i suoi lavori sono stati acquisiti da collezionisti privati in Grecia e in tutto il modno. Vive e lavora ad Atene.

  • Consuelo Zatta

    nasce a Treviso. Le sue spavalde creature balneari affrontano la vita a viso aperto, comunicando un senso di gioia e fiducia. Composizioni in carta e cartone, il primo espemplare prevede strappi realizzati a mano e un uso successivo del colore.

  • Alice Steinmetz

    E' una giovane artista francese. Il suo lavoro creativo esplora la forma femminile usando la carta e la luce, in una miscela di stili usando il calco e il disegno.

  • Hans Meertens

    Nato in Olanda nel 1975 si è diplomato a Utrecht. I suoi lavori di paper cut sono nelle gallerie di New York, Amsterdam, Copenaghen, Berlino. Riprendono foto realmente scattate di veterani di guerra.

  • Anastasia Zisi

    E nata ad Atene. Nei suoi lavori usa una tecnica mista composta con carta fatta a mano, feltro e fili, per creare figure d'infanzia e innocenza.

  • Florence Mc Ewin

    Nasce a boston, USA. Nei suoi lavori, il reale, l'interpretazione e l'immaginario appaiono come metafore fuse l'una con l'altra, reinventando il contenuto in forme nuove.

  • Elisabetto Necchio

    Nasce nel 1972 a Como (I). Diploma in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera (MI). Ha lavorato nel campo della Moda e dell’Arredamento come progettista di disegni per tessuti. La conoscenza della fabbricazione della carta fatta a mano le ha dischiuso percorsi inediti e sperimentali che hanno dato vita a soluzioni artistiche innovative

  • Lucrezia Bieler

    E' nata in Svizzera e ha seguito l'Università a Zurigo, dove si è laureata in Scienze Illustrate. Si è poi trasferita in America, dove vive attualemente dedicando la sua carriera d'artista alla Papercut.

CARTASIA STAFF

Direttore/Director - Emiliano Galigani
Direttore Artistico Outdoor/Outdoor artistic director - Bicolas Bertoux
Curatore/Indoor Curator - Giacomo Pecchia
Direttore Artistico Design/ Design artistic director - Claudio Cammarata
Referente Fun - Elena Bravi
Coordinatore/Project manager - Federica Moretti
Marketing and social media manager - Beatrice Attanasio & Angelita Privitera
Photo & Video - Alessandro Casalini
Direttore Tecnico/Tecnical manager - Emilia Rosi
Uffico stampa/Press - Ab Studio

EVENTO organizzato

Con il supporto di
Comune di Lucca; Fondazione Cassa di Risparimio Lucca; Ds Smith; Comieco; Funder35;
Sponsor tecnico
RemiGroup; Smurfit Kappa; LibertyRentals;
Patrocinio
Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare; Provincia di Lucca; Ordine degli architetti di Lucca; Camera di Commercio di Lucca;

Leggi tutto...

Mostra outdoor 2016

  • Pubblicato in Pagine
  •  
Outdoor
   cartasia16 2 cartasia16 3
Sei sono stati gli artisti di questa edizione: Laurence Vallières; Giulio Biazzi; Heike Schaefer; Michael Stutz; Mykl Wells; No Dump.

Il tema scelto per questa edizione è: Confini e Prospettive.

Mostra a cielo aperto di opere in carta e cartone, esposte nelle piazze della città di Lucca, in Toscana. A seguito di un concorso internazionale, una selezione di artisti viene chiamata da tutto il mondo per progettare ex novo sculture di max 6x6x6 metri, realizzate con carta e cartone del territorio. Gli artisti scelti dalla giuria sono invitati a risiedere e lavorare in Toscana per la durata di un mese, a spese dell'organizzazione. Durante la residenza l'artista realizza la propria opera in uno spazio dedicato.

CARTASIA
Biennale Internazionale della Carta – VIII EDIZIONE
31 luglio / 10 settembre 2016

  • LAURENCE VALLIERES - Mother

    vallieres 1

    vallieres 2

    vallieres 5

    vallieres 4

  • GIULIO BIAZZI - Robot

    biazzi 1

    biazzi 2

    biazzi 3

    biazzi 4

  • HEIKE SCHAEFER - Pyramid of Peace

    heike 1

    heike 4

    heike 5

    heike 3

  • MICHAEL STUTZ  - Hoodie

    stutz 1

    stutz 2

    stutz 5

    stutz 3

  • MICHAEL WELLS - Spaceship

    wells 1

    wells 2

    wells 3

    wells 5

  • NO DUMP - Via dal recinto

    nodump 2

    nodump 1

    nodump 3

    nodump 5

A cura di

Ente organizzatore: Associazione Culturale Metropolis

Direttore/Director - Emiliano Galigani

Direttore Artistico Outdoor/Outdoor artistic director - Bicolas Bertoux

Curatore/Indoor Curator - Giacomo Pecchia

Direttore Artistico Design/ Design artistic director - Claudio Cammarata

Referente Fun - Elena Bravi

Coordinatore/Project manager - Federica Moretti

Marketing and social media manager - Beatrice Attanasio & Angelita Privitera

Photo & Video - Alessandro Casalini

Direttore Tecnico/Tecnical manager - Emilia Rosi

Uffico stampa/Press - Ab Studio

Con il contributo

Comune di Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Ds Smith; Comieco; Funder35;

Sponsor Tecnici

RemiGroup; Smurfit Kappa; LibertyRentals;

Media Partner

Artribune

Patrocinanti

Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare; Provincia di Lucca; Ordine degli architetti di Lucca; Camera di Commercio di Lucca;

Leggi tutto...

31 Luglio - 10 Settembre

  • Pubblicato in News
  •  

iniziobiennale 16

Confini e prospettive: al via l’8° edizione della Biennale internazionale dedicata alla paper art e al design, la piu’ grande e la piu’ completa di sempre

Leggi tutto...

Premi

funder modulo

Newsletter Biennale

Consigliato su

consigliatovisititaly

Store

Newsletter

Info

Associazione Culturale Metropolis
Via dei Bocchi, 241 - 55012 Capannori (Lu) - Italy
T:+39 0583 928354
F:+39 0583 930988

Per sostenere il progetto scrivi a

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Privacy & Cookies

Top of Page